Le origini del mobile Morelato

La famiglia Morelato

“Siamo cresciuti con l’idea che per creare bisogna saper fare”.

Questa è sicuramente la logica che da sempre ha caratterizzato il modo di operare della famiglia Morelato.
I valori che hanno sempre caratterizzato l’attività di produzione, di mobili su misura per l’arredamento di casa, di tutti i componenti della famiglia, impegnati nella conduzione dell’azienda, sono quelli chiaramente leggibili nei prodotti realizzati dalla Morelato: qualità, affidabilità, impegno ed entusiasmo.
Tutti valori trasmessi dal capostipite Aldo Morelato, valori che poi, in sintesi, significano cura e attenzione nel fare, con la voglia di caratterizzare e personalizzare tutti gli articoli presenti nel catalogo e anche in tutti i mobili realizzati su misura dell’acquirente. 
“Oggi siamo alla terza generazione impegnata nel far crescere e conoscere nel mondo l’azienda Morelato”.
Questa frase esprime tutto l’orgoglio e la voglia di sviluppare l’attività secondo una carica che parte dall’interno e si sviluppa verso l’esterno attraverso i vari contributi che in modo diverso vengono portati dai singoli componenti della famiglia: dalla produzione alla comunicazione, dalla progettazione alla commercializzazione.

Morelato: storia e contesto culturale

La storia dell’azienda Morelato è una storia legata ad un territorio che ha raggiunto da tempo una propria identità anche attraverso le tante aziende e i tanti artigiani impegnati nella produzione del mobile per l’arredamento di casa. 
Un mobile, acquistato da chi vuole arredare casa o una struttura,  è spesso legato alla tradizione classica che Morelato ha saputo negli anni sviluppare attraverso i diversi stili (Biedermeier, Direttorio, ‘900) fino ad arrivare alla progettazione e produzione di sistemi e complementi di carattere contemporaneo.
Questo percorso è stato sempre caratterizzato da due parametri fondamentali: la tradizione artigiana della famiglia e il radicamento nel territorio entrambi sempre presenti nella produzione di mobili Morelato. 
La tradizione artigiana non poteva che essere legata ad un’azienda a conduzione familiare, come nella migliore tradizione italiana: la famiglia Morelato ha saputo conservare abitudini, riti e rapporto con le risorse del territorio.
Questi caratteri hanno nel tempo connotato l’azienda a tal punto che si può parlare di produzione con una forte identità territoriale.

Storia dell'ebanisteria italiana

Ebanisteria per amore e per scelta

Mobili in stile e arredi dal gusto antico: la capacità di Morelato di riproposizione di collezioni di oggetti riferiti ad un particolare periodo storico, trova il suo fondamento nella disponibilità, da parte dell’azienda, di una continua ricerca e sperimentazione. È questo il punto focale dell’attività di Morelato come esponente importante dell’ebanisteria italiana. Mobili in stile provenzale, classico, antico: l’attività di ideazione e produzione di mobili in stile di Morelato non ha confini. 
A questi risultati Morelato approda nel tempo grazie al lavoro dell’ufficio tecnico, il Centro Ricerche MAAM, che ha sviluppato un accurato lavoro di indagine sulle tecniche costruttive del mobile antico che ha favorito la reinterpretazione degli stili e dei modelli di mobili classici rendendoli funzionali alle esigenze dell’arredamento di casa e degli spazi collettivi contemporanei. 

Studi e ricerca sono oggi molto importanti anche nel campo dei mobili su misura e per realizzare mobili in stile davvero ricercati. 
Morelato è una delle principali realtà nel campo dell’ebanisteria italiana anche per il percorso di lavoro che ha consentito all’azienda, negli ultimi trenta anni, di riproporre non solo gli stili del passato ancora poco rivisitati come il periodo ‘900 (attraverso i modelli che hanno reso celebre il nostro arredamento fra gli anni Venti e Quaranta), ma anche di passare, con tutto il bagaglio di conoscenze tecniche e artigianali, a elaborare collezioni di mobili in stile dal design contemporaneo.
Morelato ha sviluppato una continua sperimentazione di modelli contemporanei.
L’attenzione, quindi, alla continua sperimentazione con l’aggiunta di una componente di azzardo verso territori poco esplorati, rappresenta il carattere dell’azienda, in continua verifica del proprio lavoro e con una disponibilità (flessibilità) che la pone ormai in una posizione leader sul mercato e nel mondo dell’ebanisteria italiana

Mobili in stile: tecniche di lavorazione 

La qualità per Morelato è un valore concreto, che si esprime in semplici quanto imprescindibili coordinate: una progettazione competente; la scelta di materiali pregiati; il ricorso alle più valide tecniche tradizionali e la cura infinita di ogni dettaglio della lavorazione. Sono questi gli ingredienti principali per realizzare mobili in stile che meglio esprimono la tradizione dell’ebanisteria italiana di pregio.
Prima di divenire un concreto oggetto di uso quotidiano, il mobile Morelato nasce da una lunga e attenta fase di progettazione a opera dell’Ufficio Tecnico e del Centro Ricerca, deputato allo studio degli stili tradizionali e all’ideazione delle linee fondamentali del mobile classico-contemporaneo, in costante sinergia con gli esperti del legno, in maniera tale da porre immediatamente ogni singola idea di fronte alle esigenze della sua realizzazione pratica.
Per i propri mobili, Morelato sceglie esclusivamente legno massello di prima qualità, privo di imperfezioni tanto estetiche quanto strutturali, proveniente da coltivazioni programmate e sostenibili al fine di non incidere sul già drammatico impoverimento ambientale del pianeta.
La struttura interna listellare o multistrato rende i pannelli stabili nel tempo, evitando il naturale movimento cui è in genere soggetto il legno massello. Al fine di alleggerire le strutture, Morelato fa ricorso a pannelli tamburati, la cui anima a nido d’ape ne riduce sensibilmente il peso.
L’essicazione dei materiale avviene sulla base di un ciclo in grado di garantire una perfetta stabilizzazione della struttura interna, tenendo nella debita considerazione le variazioni cui il grado di umidità è sottoposto sulla base dei diversi fattori climatici annuali.
L’assemblaggio dei mobili Morelato avviene tuttora sulla base di tecniche artigiane – incastri tramite frese e controfrese, collanti e fissaggio in morsetti e strettoio – al fine di garantire, tramite l’esperienza della tradizione, la massima solidità di ogni singolo elemento e quindi del mobile in stile (qualsiasi esso sia) nel suo complesso.

Morelato continua a preferire tecniche di lavorazione spesso impegnative e costose ai più diffusi metodi industriali, in quanto rappresentano un segno distintivo dell’ebanisteria italiana di alta qualità e una garanzia di lunga durata degli arredi.
Per la finitura dei mobili in stile, Morelato utilizza esclusivamente i migliori prodotti presenti sul mercato
La tinteggiatura avviene con l’impiego di tinte naturali solubili in acqua. La verniciatura mette in risalto la venatura del legno, conferisce durezza, elasticità e impermeabilità mentre la ceratura, che completa il ciclo della lucidatura, conferisce al mobile la tipica patina calda.
Per l’imbottitura vengono impiegati materiali di prima qualità corredati da schede tecniche di sicurezza e capitolati di collaudo. La ferramenta utilizzata nella costruzione dei mobili è selezionata in base alla sue doti di resistenza all’usura e accuratezza della rifinitura.
A completamento di un lungo e accurato processo di costruzione, Morelato appone sui propri mobili un marchio, testimonianza visibile di quel Certificato di garanzia che accompagna ogni prodotto, ogni mobile in stile o su misura, attestandone l’avvenuto collaudo e la conformità ad un rigoroso Sistema di Qualità Aziendale.

Vetrine sul mondo: la qualità dell’ebanisteria Morelato oltre i confini

A testimonianza della crescente diffusione del marchio Morelato, quale sinonimo di qualità e stile, l’azienda può contare oggi su una fitta rete distributiva, dei propri mobili in stile, sviluppata ed alimentata nel corso degli anni, che ha valicato i confini nazionali per affermarsi quale punto di riferimento anche nei più importanti mercati internazionali.
A fianco della presentazione diretta della propria produzione di ebanisteria, Morelato sviluppa da anni una campagna pubblicitaria che diffonda la propria immagine secondo i principi di eleganza e ricercatezza che contraddistinguono la realizzazione dei suoi mobili in stile

La produzione Morelato

Dal classico al design contemporaneo 

La vasta produzione e le tante offerte di Morelato per i mobili, che si concretizzano in prodotti classici e mobili in stile, rappresenta nel panorama dell’arredo casa – dal punto di vista progettuale, produttivo e commerciale – un ambito culturale finalmente acquisito e riconosciuto.
Per troppi anni questa realtà produttiva è stata separata dal mondo del design, ma Morelato nei mobili, con il recupero dei valori della cultura del fare e dell’artigianato, ha cercato di concentrare la grande esperienza accumulata da tre generazioni Morelato.
Nella produzione del mobile classico questa conoscenza ha acquistato una collocazione importante anche nella produzione contemporanea dei mobili Morelato.
Così, dal mobile Morelato classico al mobile contemporaneo, la produzione di arredi Morelato negli ultimi venti anni ha espresso una continuità ampiamente teorizzata già negli anni Novanta ed esemplificata attraverso tre modelli progettuali:
Riedizioni: oggetti classici che appartengono alla storia, riprodotti fedelmente rispetto all’originale;
Citazioni: oggetti che fanno riferimento ai modelli originali, filtrati da interpretazioni, modificati in rapporto a nuove esigenze culturali, produttive e d’uso
Proposte contemporanee: oggetti riferibili a nuovi modelli, realizzati con il contributo di importanti designer, ma che guardano alla grande tradizione artigianale della lavorazione di mobili su misura di cui la Morelato è un’esperta interprete.

Arredare casa con Morelato

Cura sartoriale di ogni dettaglio

Arredare la casa di diverse persone è tra gli obiettivi di tutta la produzione del mobile Morelato, la cui idea nasce dalle diversità abitative domestiche, e dai rituali, che nel tempo si sono sviluppati nelle nostre case.
Arredare una casa moderna, trovare idee per il giusto arredamento o semplicemente trovare nuovi spunti per arredare la propria abitazione: i mobili Morelato possono essere utili a questi e altri scopi. 
È ampio il catalogo degli oggetti disponibili per l’arredo domestico e non: varietà di esperienze formali e tipologiche, con la possibilità dell’utilizzo del mobile singolo fino a veri e propri sistemi arredativi. 

Con Morelato è possibile anche ottenere dei veri e propri mobili su misura studiati e pensati in base al proprio ambiente domestico. 
La clientela può accedere all’ampio catalogo Morelato con scelte in grado di soddisfare tutte le esigenze che nascono quando si decide di arredare casa, creando composizioni cariche di valori, usando accostamenti di oggetti anche di diverse epoche e stili, accostamenti che non risultano mai azzardati poiché, al di là del mobile in stile o del singolo oggetto o complemento, tutti gli oggetti Morelato hanno un minimo comune denominatore: la qualità progettuale, la lavorazione artigianale del legno, i materiali naturali di prima qualità.
Morelato ha una profonda e rispettosa conoscenza del legno, materia prima e privilegiata di tutte le sue realizzazioni; Morelato sa quindi che il legno è materia viva, che muta con il tempo.
Per questo il lavoro di Morelato non si ferma alla vendita e alla consegna di un suo prodotto o di un sistema arredativo nelle case dei propri clienti.
Morelato è sempre accanto al cliente che sta cercando la soluzione migliore per arredare casa e anche dopo l’acquisto durante tutta la vita dei suoi mobili: ciò significa che, oltre a soddisfare le varie esigenze di modifiche su misura, è sempre presente – anche dopo anni dal momento della vendita – in caso di necessità di riparazione o di “rimessa a nuovo” di un mobile di qualità.
La rimessa a nuovo significa una nuova lucidatura, una pulitura o un restauro di piccoli difetti procurati dal tempo e dal vivere naturale della casa.
Cura sartoriale dunque: l’azienda Morelato è come un sarto che crea un vestito di alta moda, lo fa provare al suo cliente, che vuole arredare casa, finché non è perfetto e adatto a lui ed è sempre presente per piccole riparazioni o successive modifiche.

Mobili su misura

Arredare gli ambienti con i mobili su misura di Morelato

Questa tipologia di arredo, i mobili su misura, sono molto importanti oggi in un contesto dove I sistemi abitativi individuali e collettivi sono condizionati dall’evoluzione della nostra società, sempre più avviata verso la globalizzazione, dove la mobilità legata al turismo e agli affari è una caratteristica crescente. 
Si è sviluppata quindi, in questi ultimi anni, una notevole attenzione alla definizione degli spazi di accoglienza – dagli alberghi ai ristoranti – oltre che all’attenzione verso gli spazi collettivi come uffici e negozi.
È qui in questi luoghi, ma anche in un ambiente più domestico, che i mobili su misura potrebbero trovare una loro precisa collocazione oltre che un loro habitat in quanto senza un mobilio studiato ad hoc sarebbe difficile definire con precisione questi spazi. 
I caratteri comuni che possiamo trovare nell’arredamento di queste diverse tipologie di spazi consistono nella scelta di un progetto in grado di imprimere nell’ambiente un’identità culturale che si inserisce nella tradizione della “cultura del fare” italiana.
Questa identità è bene espressa dalle opere che Morelato realizza da tempo all’interno della sua produzione: oggetti con forti caratteristiche, riferibili sia alla tradizione del “mobile d’arte” sia ad un rinnovato design – realizzato grazie alla partecipazione di importanti progettisti – esaltando spesso nelle scelte realizzative le eccellenze del fare artigianale che rendono riconoscibili i prodotti dell’ebanisteria italiana nel mondo.
È in questo senso che si possono leggere i tanti interventi arredativi che Morelato realizza in diverse città del mondo: hotel, biblioteche, negozi, ristoranti. 
Diverse tipologie che hanno tutte un minimo comune denominatore: l’espressione della tradizione aziendale nel progetto e nella realizzazione delle opere.
I mobili su misura di Morelato sono disponibili anche per chi alla ricerca di una soluzione per arredare casa

Il progetto di ricerca Morelato

Il Centro Ricerche MAAM e le consulenze esterne

Morelato è un’azienda leader, che dimostra questa sua posizione nel mercato internazionale attraverso gli importanti contributi progettuali che valorizzano i suoi prodotti (mobili su misura e altri realizzazioni per arredare casa). 
Alla base di tutto il lavoro di progettazione c’è l’ufficio tecnico aziendale: il Centro Ricerche MAAM che opera, sotto la direzione di Giorgio Morelato, con la collaborazione di diverse figure di progettisti e tecnici specializzati nell’ideazione di mobili ed elementi di arredo per la casa
È grazie al Centro Ricerche MAAM che la Morelato ha saputo ben interpretare il concetto di “riedizione”, recuperando modelli del passato e riproponendoli sul mercato, riproponendo in chiave moderna i mobili in arte povera del passato. 
Un percorso progettuale e operativo ben rappresentato dalle tante opere presentate ad Abitare il Tempo, dalle produzioni in stile e dai tanti oggetti che con sensibilità rievocano (attraverso citazioni) opere di autori ormai entrati nella storia.
Oltre a ciò, il Centro Ricerche MAAM è anche quell’organismo che mette in cantiere opere sperimentali e contemporanee, dai prototipi dei Premiati al Concorso Internazionale “Il Mobile Significante”, agli oggetti impegnativi progettati da illustri designer per il Museo MAAM (Museo per l’Arte Applicata nel Mobile voluto dalla Fondazione Aldo Morelato), fino alle collezioni di design a firma di importanti progettisti di fama internazionale, ormai note a tutto il mondo del design contemporaneo.

La Fondazione Aldo Morelato

La Fondazione “Aldo Morelato” e la cultura d’impresa dell’azienda

Costituita al fine di promuovere, valorizzare e dar corso a quella cultura d’impresa che funge da riferimento costante di Morelato, la Fondazione Aldo Morelato si pone quale doveroso tributo al fondatore dell’azienda, che di questa filosofia è l’ispiratore. 
La passione e la competenza di Aldo Morelato diventano così per la Fondazione motivo d’orgoglio e patrimonio da preservare, motivo di studio e ideale da diffondere, veicolo della valorizzazione del modello, della storia e dell’identità di un’impresa che intende coltivare i propri profondi legami col territorio e porre il proprio patrimonio culturale al centro di un saldo progetto di sviluppo.
È in questa direzione che vanno intese le molteplici attività avviate negli anni dalla Fondazione.
La costituzione dell’Osservatorio sulle Arti Applicate nel Mobile si inserisce nell’ambito della promozione del design mediante attività di ricerca e sviluppo, l’istituzione di laboratori, corsi di formazione, centri di valutazione e il censimento del patrimonio esistente.
Iniziativa di ampio rilievo risulta poi il Concorso Internazionale sull’Arte Applicata al Mobile, dal titolo il Mobile Significante, uno spazio patrocinato dalle istituzioni di ogni livello in cui confluiscono le idee, le ricerche e gli sforzi della nutrita comunità di riferimento. In sinergia con il Concorso si svolgono annualmente le Giornate Internazionali di Studio, un convegno tematico organizzato per mettere a confronto i massimi specialisti e operatori del settore.
Le attività della Fondazione si completano poi con la cura di un’esposizione permanente: MAAM (Museo delle Arti Applicate nel Mobile).
MAAM raccoglie opere sperimentali e pezzi unici di design applicato al mobile d’arte. I pezzi esposti sono accompagnati dai relativi disegni di progetto, alcuni dei quali portano la firma di importanti designer che hanno fatto la storia del mobile d’arte: Castellini, Cordero, De Lucchi, De Muro, Garofano, La Pietra, Mollino, Pozzallo, Raggi, Riva, Ulrich, Venosta e molti altri.
A partire dal giugno 2009, il MAAM è entrato a far parte in maniera permanente della “rete dei Giacimenti” museali che fa capo al Museo del Design Fondazione Triennale di Milano. 

www.fondazionealdomorelato.org